MAT3D selezionata anche nella seconda edizione del Global Startup Program

Startup, 119 le italiane scelte per dieci acceleratori all’estero

Sono 119 le startup italiane selezionate nell’ambito della seconda edizione del GSUP, il Global Startup Program. Il programma promosso dal ministero degli Esteri e dall’Agenzia ICE (l’ente per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane) le vedrà impegnate in un periodo di incubazione di otto settimane presso alcuni tra i più quotati acceleratori di dieci Paesi esteri.

Il 30% di quelle selezionate sono startup lombarde, seguite da quelle provenienti dal Lazio (17%) e dall’Emilia-Romagna (12%) e sono state esaminate direttamente dai rappresentanti del ministero degli Esteri, di Agenzia ICE, dei ministeri dello Sviluppo economico e di quello per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione, oltre a Cdp Venture capital Sgr/Fondo Nazionale Innovazione.

A partire dal 2021, gli startupper trascorreranno otto settimane presso gli acceleratori esteri per elevare i livelli di competitività della propria impresa nel confronto internazionale e perfezionare, grazie al contributo di esperti internazionali, il loro know-how gestionale e le tecniche di mercato per competere con efficacia sullo scenario economico internazionale attraverso attività di mentoring, eventi di networking, incontri con investitori e corporate.

Le realtà italiane selezionate sono state definite “giovani, innovative ed eclettiche”, valori che accomunano tutte le startup che affronteranno questa importante esperienza e che operano prevalentemente nell’universo dell’ICT (49%) cui seguono i settori del Life Sciences (11%) delle Smart Cities e della domotica (10%), di Smart Agriculture e del food Tech (8%). Robotica, industria 4.0, Circular Economy, aerospazio e Automotive sono gli ambiti in cui i talenti italiani svilupperanno le proprie competenze e i livelli di competitività delle proprie aziende all’estero.